La guida delle Spiagge, Hotel, B&B in Costa Smeralda e Arzachena

 
 


 
Da non perdere
 

Prenota con noi e Booking.com

Mercatini in Gallura

 
Bellezza
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
283 total ratings

 


1
Posted 11 ottobre 2014

 
Leggi l'articolo
 
 


Mercatini in Gallura, tutti i giorni uno diverso.

 

Mercatino  di Arzachena

Situato nel centro storico del Comune “Smeraldino”, in Piazza Risorgimento ogni mercoledì i profumi ed i sapori della nostra Sardegna si mescolano nelle strade del borgo più antico della Costa Smeralda dando vita ad un appuntamento tra i più amati dai turisti e dai Locali.
Le bancarelle di artigianato Sardo con i suoi tappeti, le ceramiche, i coltelli ed i gioielli famosi in tutto il mondo come la fedina sarda;  grazie  all’autenticità, la qualità e all’accuratezza delle realizzazioni e dei prodotti completano uno scenario incantevole tutto da scoprire…

Foto di Lina Asara

Mappa mercatino Arzachena

Visualizza Mercatino di Arzachena in una mappa di dimensioni maggiori

 

Mercatino di Cannigione

Si svolge tutti i lunedì in via Orecchioni una traversa di via Nazionale a Cannigione, di dimensioni ridotte rispetto al suo cugino Arzachenese,
fa della freschezza dei prodotti ittici e del folcrore la sua maggiore attrattiva. Molto frequentato soprattutto nella stagione estiva da turisti che arrivano da tutte le località vicine della Costa Smeralda e non solo.

Foto di Lina Asara

Mappa mercatino Cannigione

Visualizza Mercatino di Cannigione in una mappa di dimensioni maggiori

 

Mercatino di Porto Cervo

A partire  dal 14 Giugno  fino al 13 Settembre 2013 , ogni venerdì mattina avrà luogo il famoso Mercatino Di Porto Cervo,  nel piazzale di  Sopravento.

Il mercatino di Porto Cervo offre oggetti di qualità, anche artigianali , quali cashemere, preziosi bijoux, argenti vintage per la casa,  tessuti e oggettistica d’arredo; inoltre quest’anno sono stati  introdotti anche prodotti tipici sardi, ricercando nella tradizione la migliore qualità  fra dolci, pane carasau e prodotti di ortofrutta a KM 0.

 

Mercatino di San Pantaleo

Tutti i Giovedì, il borgo di San Pantaleo in Costa Smeralda si “anima” per un appuntamento fisso; già dalle prime ore del mattino i camioncini e le auto dei venditori ambulanti percorrono le stradine ancora immerse nel silenzio e si affrettano a prendere posizione negli stalli a loro assegnati. E la piazzetta intorno alla chiesa di granito si “trasforma”: si scaricano le merci, si allestiscono i banchi, ci si prepara per il famoso “mercatino di San Pantaleo”, appuntamento fisso del Giovedì mattina che richiama curiosi e visitatori da tutte le località turistiche della Gallura, da Porto Rotondo a Porto Cervo. Trovi di tutto, dalla frutta e verdura da agricoltura biologica alle bancarelle di prodotti dell’artigianato locale, dagli oggetti in terracotta “di una volta” come i veri salvadanai, non come quelli di oggi con la chiave, agli abiti usati, dai prodotti tipici dell’enogastronomia agli oggetti artistici e poi ancora bigiotteria, fiori, candele artistiche e molto altro…tutto da scoprire!

L’artigianato Sardo

Gioielli, arazzi, ceramiche, cestini, tappeti. Dalla perfezione di un’arte millenaria pezzi unici di un’attualità sorprendente…

Il complesso patrimonio dell’artigianato sardo incorpora ed esprime una stratificata densità storica. Risalire alle sue origini significa percorrere un lungo e avventuroso viaggio andando indietro nel tempo sino alla preistoria. E nel corso di questo viaggio è possibile ravvisare influenze dei periodi preneolitico, neolitico, romano, bizantino. Ma al di là di queste ispirazioni e delle radici culturali, l’arte popolare sarda ha saputo caratterizzarsi in senso regionale, con elementi talmente chiari che la distinguono da ogni altra. I suoi caratteri peculiari sono l’originalità e la semplicità espresse in forme essenziali, scaturiti da una ricca tradizione locale che compendia storia, costume, arte e vita. Ecco perché l’artigianato sardo può essere definito vera e autentica arte popolare, espressione culturale, cioè, di tutto un popolo. Anche la continuità delle tecniche tradizionali è stata salvaguardata nel corso dei secoli: il tappeto sardo, ad esempio, ha una sua fisionomia caratteristica locale che un occhio esperto può individuare fra cento di altri paesi; non solo, ma la particolare tecnica, struttura, tessuto, disegno motivi e colori (per cui si differenzia notevolmente anche da paese a paese) ne rendono agevole l’identificazione dell’origine.

Altri mercatini:

Martedì: Olbia

Venerdì: Palau

Sabato: Tempio Pausania


Iscriviti e non perdere mai un aggiornamento!

Iscriviti alla Newsletter

 
Inserisci la tua e-mail ed iscriviti ora alla nostra Newsletter gratuita.


One Comment


  1.  
    Angelina
     
     
     
     
     

    Quando vado in vacanza a Cannigione spesso mi reco ai mercatini di strada, il profumo di formaggi e salumi ti mette subito di buon umore. Vedere per credere!





Leave a Response

(required)